A BIT 2022 le tendenze di domani diventano il business di oggi

Allianz MiCo
12.02 - 14.02 2023

Comunicato stampa

A BIT 2022 le tendenze di domani diventano il business di oggi

· Mentre continua la ricerca di sicurezza e sostenibilità, tra i viaggiatori si impone una nuova ricerca del lusso e dello stile in chiave sostenibile ed open-air. Lavorare in vacanza non è più un tabù, purché il lavoro sia digitale, e le agenzie di viaggi tornano centrali grazie all’insostituibile ruolo consulenziale.

 

· BIT 2022 aiuterà gli operatori ad anticipare e interpretare queste e altre tendenze, per trasformarle in opportunità di business.

 

 

Milano, 15 dicembre 2021Torna in presenza a fieramilanocity da domenica 13 a martedì 15 febbraio 2022 BIT – Borsa Internazionale del Turismo, la piattaforma per l’incontro tra domanda e offerta turistica internazionale di riferimento in Italia.

 

In una fase di scenari ancora in via di definizione, BIT 2022 rappresenterà un’opportunità unica per fare il punto sull’andamento del settore e valorizzare in chiave di business le tendenze emergenti. Secondo il barometro UNWTO (Organizzazione Mondiale del Turismo delle Nazioni Unite) del 28 novembre scorso, nel periodo luglio-settembre 2021 gli arrivi internazionali sono aumentati del 58% rispetto allo stesso trimestre dell’anno precedente. E proprio l’Europa ha registrato la migliore performance relativa nel trimestre, avvicinandosi al 50% dei livelli pre-Covid.

 

 

Quali dunque le tendenze che potrebbero far migliorare ancora questi numeri nel 2022? In primo piano, ancor più in evidenza negli ultimi due anni, la sostenibilità: il rapporto Italiani, turismo sostenibile ed ecoturismo di Fondazione UniVerde evidenzia che per il 74% degli italiani il turismo sostenibile è il più sicuro nella fase post-Covid, mentre il 71% lo considera più etico e più vicino alla natura e l’84% lo vede anche come un’opportunità di sviluppo economico.

 

Anche secondo la ricerca The 2022 Traveler: Emerging Trends and the Redefined Traveler, il nuovo viaggiatore ha reagito alla pandemia sviluppando un nuovo senso di cura per l’ambiente e la natura, ma ricerca anche il benessere in tutte le sue declinazioni, vuole continuare a coltivare le passioni che ha riscoperto durante i lockdown e Tra le nicchie che vedremo crescere il prossimo anno i pet lover, che non rinunciano a viaggiare con i loro amici a quattro zampe, l’enogastronomia sostenibile e, ancora, i nomadi digitali.

 

I trend che emergono invece dall’analisi dei dati delle OTA, tra le altre cose, la ricerca di un nuovo lusso incentrato sul relax e il tempo dedicato a se stessi, il desiderio di entrare in relazione con le persone e riscoprire le specificità dei territori. Che si tratti di destinazioni di prossimità o di medio-lungo raggio, si torna ad apprezzare l’esperienza del viaggio in sé dopo esserne stati privati a lungo. Un’esperienza di viaggio che comunque resterà segnata dall’open-air ancora per parecchio tempo, ma anche all’insegna del comfort, ad esempio con il glamping: secondo un’analisi del portale campeggi.com, l’81% dei viaggiatori che ha provato questa esperienza è disposto a riviverla, magari nella versione sostenibile e hi-tech del bubble glamping, in cui gli alloggi sono appunto “bolle” trasparenti da dove ammirare la natura.

 

L’analista di settore specializzato Regiondo evidenzia in particolare sei trend che si imporranno l’anno prossimo in relazione alla lenta uscita dall’emergenza più intensa. Innanzitutto, l’evoluzione della staycation, in cui il viaggiatore userà casa propria come base per esplorare le destinazioni di prossimità. Rimarrà forte l’accento sulle destinazioni Covid-free, o comunque percepite come sicure, e sulla natura e la sostenibilità come fattori di una vacanza sicura, ma si affermeranno anche la workation, la nuova modalità di combinazione tra lavoro e vacanza dei nomadi digitali, e il Travel with Style, una nuova concezione del turismo luxury associata a “concedersi del tempo” e quindi a vacanze meno frequenti ma più lunghe. Una tendenza interessante, anche perché in parte controintuitiva, sarà il ritorno in grande stile delle agenzie di viaggi il cui ruolo consulenziale sarà sempre più apprezzato in una fase caratterizzata da informazioni ancora incerte.

 

In questo contesto BIT 2022, primo appuntamento turistico dell’anno in Italia, grazie al ricco parterre di espositori italiani e internazionali rappresenterà un vero e proprio “giro del mondo in scala” nei tre giorni della manifestazione. Gli operatori professionali potranno fare networking con tutti gli attori della filiera e intercettare nuove opportunità di business mentre i viaggiatori, nella giornata di apertura al pubblico, potranno conoscere le proposte degli operatori e le offerte delle destinazioni turistiche che rispondo alle nuove esigenze di viaggio del “new normal”.

 

A BIT 2022 queste e molte altre tendenze saranno anticipate, interpretate in chiave di business in un ricco palinsesto di eventi suddiviso nelle cinque macroaree Food Travel, Travel Lab, Hot Topics, Travel Tech e Sostenibilità, quest’ultima anche come tema trasversale a tutti gli incontri insieme all’innovazione e all’attenzione per il viaggiatore.

 

Ulteriori spunti e novità saranno evidenziate nel percorso espositivo, articolato nelle tre aree Leisure, BeTech e MICE.

 

 

L’appuntamento con BIT 2022 è a fieramilanocity dal 13 al 15 febbraio 2022.

Per informazioni: www.bit.fieramilano.it;  @bitmilano